BORGO ASSISTITO – FIGINO

DETTAGLI

Fine cantiere:  2016/2017
Servizi presenti:
– un Centro Diurno Integrato con una capienza massima di 30 posti, suddiviso in due nuclei:
_Nucleo disabilità;
_Nucleo demenze (in particolare rivolto ai malati di Alzheimer).
– 22 alloggi di residenzialità leggera;

– un poliambulatorio;
– uno spazio dedicato alla formazione dei familiari e dei caregivers.

Il Borgo Assistito è un servizio socio-sanitario che fa parte dell’intervento di Housing Sociale del Borgo Sostenibile di Figino, quartiere storico ad ovest della città di Milano.Il servizio è composto da 22 alloggi destinati alla residenzialità leggera per anziani con differenti livelli di autonomia arricchiti dalla presenza spazi per lo sviluppo di relazioni sociali. Inoltre è previsto un centro diurno integrato di 30 posti e un poliambulatorio rivolto al quartiere.L’analisi della popolazione residente a Figino e le richieste sempre crescenti rispetto a servizi rivolti agli anziani hanno consentito di individuare il Borgo Assistito come un servizio a supporto del territorio.Il progetto sarà gestito da Genera Onlus, con una consolidata esperienza per quanto riguarda i servizi rivolti agli anziani e dalla Coop Sociale Spazio Aperto Servizi, attiva da tempo nell’ambito del sostegno alle persone con disabilità.
Il Borgo Assistito dal punto di vista volumetrico presenta una corte rivolta verso il verde e al contempo si affaccia sulla nuova piazza del quartiere dal quale diparte un percorso pedonale che struttura l’intero insediamento. Al piano terra sono previsti spazi per i due nuclei del centro diurno: demenze e disabilità. La dimensione della cucina, utilizzata per l’assemblaggio dei pasti forniti da un servizio esterno,  ne consente l’utilizzo come laboratorio con finalità sociale e terapeutica per le persone affette da Alzheimer. Negli orari di inattività, alcuni di questi locali possono essere utilizzati come palestra per gli abitanti del Borgo Sostenibile. Lo spazio aperto della corte è articolato in una zona protetta, a servizio del centro diurno, che ospiterà un giardino attrezzato per le persone affette da Alzheimer, e da un giardino per tutti che favorisca l’incontro con gli abitanti del quartiere. Gli spazi individuali sono localizzati al piano primo e secondo, a cui si accede da un ingresso riservato, per favorire la privacy dei residenti ed evitare l’interferenza con le utenze degli altri servizi situati al piano terra. La distribuzione delle unità abitative garantisce la presenza di spazi privati e spazi condivisi all’interno degli alloggi, i quali sono dotati di camere che danno la possibilità di guardare verso l’esterno anche nelle condizioni di temporaneo allettamento. Inoltre la dimensione degli alloggi consente di integrare le dotazioni con arredi personali.
Gli ampi spazi di disimpegno opportunamente attrezzati (poltroncine, tavolini, librerie) e il living dotato di cucina incentivano situazioni di convivialità. L’ampia  terrazza comune può essere utilizzata per la coltivazione di piante ornamentali o prodotti dell’orto, per stendere la biancheria, fare una festa e fornire così nuove occasioni di socializzazione. Il sistema dei servizi è arricchito dalla presenza di un poliambulatorio rivolto a tutti gli abitanti del quartiere e da uno spazio per la formazione rivolto al personale di assistenza e ai familiari degli anziani affetti da demenze. 
Il sistema dei servizi erogati dal Borgo Assistito si fonda sulla promozione di un modello innovativo di residenzialità che si basa sul tema dell’appropriatezza della cura in base al mutare delle esigenze delle persone nel tempo. Lavorando in modo puntuale è possibile migliorare la qualità della vita delle persone garantendo loro la capacità di decidere ancora per se stessi e ritardando al contempo il ricorso a sistemi di cura più onerosi. Il servizio della residenzialità leggera intende essere una risposta non solo alla dimensione del bisogno, ma anche per quanto riguarda la sfera sociale, relazionale ed affettiva, fondamentali per fornire all’anziano un equilibrio che consenta una progettualità sulla propria vita.