• Edilizia universitaria
  • Edilizia universitaria
  • Edilizia universitaria
  • Edilizia universitaria

Le residenze per studenti costituiscono un’importante infrastruttura per il sistema delle università, in un settore caratterizzato da spostamenti di studenti a livello europeo e internazionale, da una crescente razionalizzazione del numero degli atenei e da una progressiva riduzione della contribuzione pubblica a sostegno del diritto allo studio.

L’offerta è aumentata negli ultimi anni ma la disponibilità è ancora insufficiente rispetto alla domanda. Si stima un fabbisogno di 50.000 posti letto rispetto all’offerta attuale di circa 65.000 posti letto, che soddisfa circa il 10% degli studenti fuori sede (la media europea è di circa il 30%).

Operatori e investitori, anche internazionali, hanno mostrato interesse per il settore ma l’avvio di nuove iniziative è ostacolato dall’inefficienza dei modelli realizzativi, da lentezze della promozione urbanistica e, soprattutto, dalla bassa redditività degli investimenti e del gestore. Il ruolo del gestore è cruciale non solo quando le residenze sono operative, ma già durante la fase del loro concepimento.
La sostenibilità economica richiede che il progetto e la realizzazione vengano gestiti con un attento governo dei costi.

A questo scopo nel 2014 FHS ha costituito In-Domus srl, società di gestione di residenze studentesche a forte connotazione sociale di cui detiene l’80% del capitale, l’amministratore delegato il restante 20%.

Sempre nel 2014, ha avuto luogo l’acquisizione da parte di Fondo Immobiliare di Lombardia Comparto 1 dell’immobile Campus Certosa, concesso in locazione a In-Domus.

A settembre 2015 è stata inaugurata la residenza di via Monneret de Villard, la cui gestione è affidata a In-Domus.