Vivo al Venti

VIVO AL VENTI

DETTAGLI

Vivo al Venti

Durata cantiere: 22 mesi
Fine cantiere: novembre 2014
Numero appartamenti 34 appartamenti in locazione a canone calmierato
Dimensione delle abitazioni: 46-136 mq
Classe energetica: B Cened

Vivo al Venti si trova al numero civico 20 di via Milano a Torino, in un edificio storico progettato dall’architetto Juvarra. L’intervento è situato in un’area di cerniera tra il centro cittadino, Porta Palazzo e il Quadrilatero romano, in una posizione strategica a un passo da tutto (servizi, trasporti, esercizi commerciali, divertimenti), moltiplicando le opportunità, le attività e le relazioni che intorno all’abitare si possono sviluppare.
Vivo al Venti accoglie diverse funzioni, contribuendo in modi differenti allo sviluppo del territorio. L’edificio offre, assieme alle abitazioni, uno spazio comune – in cui i residenti possono condividere il tempo libero e organizzare attività condivise – locali destinati ad attività produttive o commerciali oltre alla connessione con progetti di promozione del territorio, come il progetto Porta Palazzo Zero Sei.
Il progetto ha previsto il recupero dell’immobile tramite un intervento di restauro e risanamento conservativo le cui scelte principali hanno comportato:

  • il mantenimento della destinazione commerciale per le unità localizzate al piano terreno;
  • il cambio di destinazione d’uso di alcune unità localizzate al piano primo da commerciale a residenziale;
  • il cambio di destinazione d’uso da terziario a residenziale per le unità localizzate al piano secondo;
  • la modifica a tutti i piani del layout distributivo delle unità esistenti.

In considerazione del valore storico, architettonico e artistico dell’edificio, parallelamente alle attività di progettazione ed in accordo con la Soprintendenza, sono state eseguite delle indagini approfondite sullo stato di conservazione delle strutture e del patrimonio decorativo, che hanno restituito una mappatura dello stato di fatto ed una progettazione attenta degli interventi di restauro da effettuare. Particolare attenzione è stata posta al piano nobile (terzo fuori terra) caratterizzato da soffitti a cassettoni e decorazioni di notevole pregio, in gran parte recuperate e accuratamente restaurate da personale specializzato secondo un progetto di intervento concordato con gli enti di tutela.

Via Milano si trova in un quartiere molto promettente, oggetto di un’estesa opera di riqualificazione e di un programma di rigenerazione urbana e sociale coordinato dal Comitato Progetto Porta Palazzo. Negli ultimi anni l’area è stata interessata da diversi progetti, molti dei quali attorno al tema del cibo e dell’arte contemporanea dando voce alla vocazione naturale del quartiere. Tra questi le «Residenze d’artista» che prevedono la permanenza temporanea di artisti e curatori in luoghi determinati, così che questi diventino fonte di ispirazione e talvolta destinatari dei progetti creativi. Nel quartiere hanno sede studi di architetti, atelier di artisti e stilisti, locali alla moda, eventi culturali, spazi museali ed espositivi. L’intervento s’inserisce dunque in un contesto vivace dove la comunità è stimolata  a proporre attività collaborative in dialogo con il quartiere. Questo processo è accompagnato da figure professionali che guidano gli abitanti nella definizione delle attività, delle regole di utilizzo degli spazi comuni e, più in generale, della gestione dell’abitato in affiancamento al gestore dell’immobile.Gli abitanti hanno a disposizione la piattaforma SpaceH per per la gestione di spazi collettivi e l’organizzazione di attività.
FASP (FONDO ABITARE SOSTENIBILE PIEMONTE)
GESTIONE DEL FONDO E SVILUPPO IMMOBILIARE
InvestiRE Sgr
ADVISOR TECNICO E SOCIALE
Fondazione Housing Sociale
PARTNERSHIP PUBBLICO/PRIVATO
Città di Torino
ARCHITETTI
Studio 421

GESTORE SOCIALE
Cooperativa Atypica

RESTAURI
Novaria Restauri Srl

ALTRI SOGGETTI COIVOLTI NEL PROGETTO
Spazio Zero Sei